“...entrare in certe aule è qualcosa di simile a un rito iniziatico, tremendo e fortificante. Dopo, qualunque cosa sarà facile”

Angelo Bovina della Biblioteca di Castello d’Argile consiglia "Fiori senza destino" di Francesca Maccani

Una classe della scuola media della periferia di Palermo, una insegnante che dalle montagne del trentino si trova catapultata in un mondo che pare impossibile da affrontare. Con gli occhi della “prof.” si presentano uno ad uno i volti di questi ragazzi, con le loro vite difficili e terribili, i genitori arrestati, problemi di droga, abusi, lavoro minorile, lutti e abbandoni. La prof. pare schiacciata da questa disperazione, ma anche, giorno dopo giorno conquistata da questi fiori senza destino.

Mi ha colpito la schiettezza di questo libro autobiografico della “prof.” Maccani, insegnante appassionata. I ragazzi descritti non sono frutto di fantasia, ma ritratti - talvolta anche “censurati” - di giovani veri. E’ coraggioso parlare di queste vite ad altri ragazzi, ma Francesca Maccani parla a loro e a noi, trattandoci da adulti, capaci di guardare in faccia alla realtà, che supera nel male, ma anche nel bene, ogni fantasia. Mi ha colpito anche l’amore che traspare in questa insegnante per ciascuno dei suoi alunni, e ho finito per amarli anche io, e a commuovermi per loro.

Credo sia utile per tutti, e non solo per i nostri ragazzi, confrontarsi con la realtà, senza i filtri della “fiction”, fare propria la vita di altri, vedere con i loro occhi, e - perchè no - anche di una prof. la propria vita.

Fiori senza destino
Francesca Maccani
SEM, 2019

Clicca qui per saperne di più e per verificare la disponibilità nelle biblioteche