“La musica. Ascoltata, suonata, cantata, amata, odiata, abbracciata, picchiata, sognata, vissuta, sperata, inseguita, mangiata, sputata, rinnegata, ritrovata, salvata, annegata, bestemmiata, pregata.
Rispettata, sempre.
La musica: principio e fine di tutto.
Primo istante di vita, un suono: il pianto che separa i morti dai vivi.
Ultimo istante della vita, un suono: click impercettibile del cuore, l’ultimo battito, tutto finito.”

Daria Gamberini della biblioteca di Funo consiglia "VIVERE LA MUSICA Affrontare gli ostacoli, i cattivi maestri e le folli regole del gioco" di Francesco Motta

Vivere la musica è un manuale sentimentale per mettere a nudo le nostre emozioni attraverso note e parole, e un manifesto poetico per riscoprire la vera bellezza della musica, per tornare ad ascoltarla con le orecchie, il cuore e lo stupore di un bambino.
Questo libro mi ha incuriosita subito per la copertina, non sono stata attratta dal titolo, ma dal ritratto. Francesco Motta mi è piaciuto dal primo ascolto e leggere le sue parole è stato come fare un viaggio nella sua vita, come guardare dentro di lui, come essere nel suo back stage personale. Ho percepito la sincerità, la necessità di dire e fare musica, di essere musica, già dall’età di sette anni, quando alla domenica mattina ascoltava in silenzio assieme ai genitori il Requiem di Mozart.

Come bibliotecaria che non sa suonare nessuno strumento sono rimasta affascinata dalla passione di Motta e di come, in modo scorrevole, con brevi capitoli, sia riuscito a raccontare di lui ma anche di ciò che la musica provoca in tutti noi, non solo musicisti ma anche ascoltatori.
Consiglio questo libro a chi conosce Motta, a chi non lo conosce e a chi lo conosce ma non lo apprezza. Ma soprattutto, a chi ama la musica.

Vivere la musica : affrontare gli ostacoli, i cattivi maestri e le folli regole del gioco
Francesco Motta
Il Saggiatore, 2020

Clicca qui per saperne di più e per verificare la disponibilità nelle biblioteche