I consigli di Paolo

Paolo Schena, della Biblioteca di Granarolo dell’Emilia, consiglia "Dante" di Alessandro Barbero

Alla ricerca della vita di Dante attraverso le fonti, insieme a uno storico di eccellenza come Alessandro Barbero, che da abilissimo narratore ci tiene stretti alle pagine del suo libro.

Dante così, dopo settecento anni dalla sua morte diviene non solo l’oggetto sacro delle dispute letterarie, ma uomo alle prese con parentele, affari politici ed economici. Il contesto storico della sua formazione nella Firenze di fine 200, del suo successo come uomo politico e poi dei lunghi anni di esilio, è inquadrato limpidamente nei minimi dettagli. I capitoli, nonostante la mole dell’opera restano snelli, sebbene richiedano continuamente al lettore impegno, passione e desiderio di conoscere la verità dei fatti.

L’amore di Barbero per l’opera letteraria del sommo Poeta non resta sacrificato nel libro: si intuisce e fiorisce accanto ai mattoni del racconto storico, con citazioni e inserti sempre in giusto equilibrio. Mi ha colpito particolarmente la sua capacità di insistere fino ad appassionarci su argomenti freddi come possono essere un atto notarile di vendita, o la divisione di un’eredità.

In questo modo capitolo dopo capitolo, da “profani” ci ritroviamo fra le mani gli strumenti dello storico, e la possibilità di maturare un giudizio personale.

Da bibliotecario e da “vecchio studente” mi chiedo come avrei affrontato scolaro adolescente la lettura delle tre Cantiche se avessi avuto a disposizione un testo come questo: di certo le distanze siderali si sarebbero ridotte e l’icona Dante, con le sue infinite battaglie morali, e i mille personaggi esempi di vizio e virtù, mi sarebbero sembrati più amichevoli.

Consiglio con entusiasmo questo libro senza porre limitazioni di età, a lettori forti o meno, purché curiosi del vero.

Dante
Alessandro Barbero - Laterza, 2020

Clicca qui per saperne di più e per verificare la disponibilità nelle biblioteche